DEKEL: INTERVISTA ALL'ARTISTA ISRAELIANA  PER IL NUOVO ALBUM 'DESERT MOON'

DEKEL: INTERVISTA ALL'ARTISTA ISRAELIANA PER IL NUOVO ALBUM 'DESERT MOON'

Ciao Dekel, il tuo album "Desert Moon" è una combinazione di ritmi globali tra indie-rock e atmosfere esotiche. Quale artista ti ha ispirato di più durante l'adolescenza?
 
Durante la mia adolescenza esploravo tutti i generi musicali e ascoltavo molti artisti. Non c'è un artista in particolare a cui mi ispiravo. Anche i miei insegnanti mi presentavano ogni tipo di brano musicale e di compositore in quel periodo. Quindi il mio compito era quello di essere aperto e di succhiare tutto come una spugna.
 
 
"Nomads" è molto poetico e profondo, una grande colonna sonora di un film immaginario. Come è nata?
 
"Nomads" è una canzone d'amore per i miei genitori, per la mia famiglia. Loro mi danno molta ispirazione. È il mio regalo per loro, il mio apprezzamento, se così si può dire. È nata attraverso schizzi, idee e immagini che ho "tradotto" in parole.
 
Hai studiato alla Beit Zvi School of Performing Arts e in "How Bizarre" si percepisce questa sensazione. C'è una storia divertente dietro la canzone?
 
Oh sì, "How Bizarre" è l'esempio perfetto di una canzone che è fondamentalmente una storia su toni e note. Prende scenari reali che sono realmente accaduti e li espande ed esagera fino a limiti divertenti e folli. Adoro farlo.
 
Ami le opere dello Studio Ghibli, come testimoniano anche i tuoi video. Hai avuto modo di incontrare Miyazaki o non ancora?
 
Oh, mio Dio! Sarebbe fantastico incontrare Miyazaki e visitare lo studio stesso. Non è ancora successo :) Sarebbe fantastico se le mie canzoni fossero la colonna sonora di questi film.
 
 
Lavori come volontaria con gli animali. C'è una canzone dell'album dedicata a loro che mostra questo aspetto del tuo carattere?
 
Lavorare con gli animali mi insegna l'amore incondizionato e l'umiltà. Apre i canali a una comunicazione diversa e questo è il valore che traggo dal lavoro in quell'ambito e lo trasmetto nella musica.
 
 
Nightguide è un sito web dedicato ai club e ai festival. C'è un locale o un festival che ti rende orgoglioso di essere un israeliano e perché?
 
Ci sono alcuni locali israeliani che ritengo molto validi, ma non mi rendono orgoglioso di loro o del fatto che siano israeliani semplicemente perché non li ho inventati o prodotti io. Proverei apprezzamento nei confronti di chi li ha inventati. Mi sento orgoglioso solo delle cose che faccio e che ottengo.
 
 
Qual è il tuo prossimo passo, un tour, la registrazione di un nuovo album o semplicemente una pausa dalla musica?
 
Il prossimo passo sarebbe un tour e la realizzazione di un nuovo progetto musicale.





Articoli correlati

Musica

HARRY & MARV, ecco il loro primo EP

01/12/2023 | lorenzotiezzi

          da venerdì 1° dicembre 2023 sarà disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale "harry & marv" (kimura), l'omonimo ep d'esordio d...

Musica

MARCO BUOMPANE: ecco “TUTTO PER ME”

01/12/2023 | Bookpress

da oggi, venerdì 1° dicembre, in radio e sulle piattaforme digitali “tutto per me” (senza dubbi / believe), il nuovo singolo di marco buompane, cover di uno d...

Musica

NICCOLÒ AVANZI: arriva “RAZIONALITÀ”

01/12/2023 | Bookpress

  da venerdì 1° dicembre sarà disponibile sulle piattaforme digitali e su tutti i digital stores 'razionalità', il nuovo singolo del cantautore niccolò avanz...

424676 utenti registrati

17079098 messaggi scambiati

17278 utenti online

27524 visitatori online